Arriva dall’America questa tecnica utile per creare un orto in spazi molto ristretti, ottimizzando al meglio ogni singolo granello di terra.
In buona sostanza, la tecnica del square-foot gardening consiste nel suddividere il piccolo lotto di terra in tanti piccoli lottini di circa 30cm. X 30 dentro alla quale coltivare .
Niente è lasciato al caso, niente sentieri, ogni centimetro di terra è predisposto e ottimizzato per la coltivazione di una singola specie di ortaggio.
Un ottima idea per la creazione di un mini-orticello familiare, con la quale arricchire la tavola di una casa con 2-3 persone.

Ogni singolo quadrato da 30×30 può ospitare un paio di lattughe, fino a 10 carote, un paio di cipolle e a rotazione, mano a mano che ogni singolo quadrato si libera un broccoletto, un cavolfiore, due finocchietti etc..etc..

square-foot-garden.jpg
A dispetto di quanto si può pensare la tecnica dell’orto a quadretti se ben organizzata rappresenta un un ottimo metodo per portare in tavola un menù sempre più vario proprio perché limitato nella quantità.
Ottimizzazione, buona consociazione e accurata rotazione colturale sono le parole d’ordine dell’orto a quadretti.
Per le piante che richiedono maggior spazio si possono effettuare dei quadrati di 40×40 cm.

 

In un quadrato da 40×40 potrà essere messa a dimora una pianta di pomodoro, o tre piante di fagiolini rampicanti , una o due piante di zucchine o cetrioli rampicanti o ancora una pianta di peperone.

Le orticole rampicanti, da preferire alle striscianti proprio per una questione di ottimizzazione e gestione dell’orto a quadretti sarà meglio posizionarle sui lati del mini-orto al fine di poter predisporre delle griglie per l’arrampicata che non vadano ad interferire con le altre orticole piantate.

Non possono mancare poi fiori nel nostro orto come nasturzi e tagete, belli ma anche utili,se lo spazio lo consente si potranno predisporre dei quadrati ai bordi dell’orto a loro destinati, in alternativa, i cari vecchi vasi in cotto posizionati sempre ai bordi, stile “cornice” andranno benissimo!

Considerate infine che da una singola pianta di pomodoro possono essere raccolti fino a 2 chili di frutti, una sola pianta di cetriolo può donare fino a 20 frutti,una pianta di zucchina può portare due frutti al giorno per circa due mesi e le insalate da taglio seminate una sola volta possono coprire il fabbisogno di due o tre persone per tutta l’estate capirete così che anche un mini-orto come quello descritto può dare i suoi … frutti.
Per approfondire l’argomento date uno sguardo al sito http://www.squarefootgardening.org

Immagini da:    gardenerspath.com