Per fare un semenzaio per le sementi da coltivare in idrocoltura  si potrà utilizzare un contenitore stagno in plastica, polistirolo, vetro o legno.

Nel caso del contenitore in legno sarà necessario provvedere a impermeabilizzarlo internamente  con un telo di plastica nero.
In ogni caso il contenitore non dovrà essere trasparente al fine di evitare la formazione di alghe, nel caso abbiate a disposizione solo un contenitore trasparente provvedete a oscurarne il fondo e le pareti tutte utilizzando un telo di plastica spesso e nero.
Possono comunque tornare utili vasche e vaschette di piccole dimensioni, sottovasi in plastica o coccio per seminare singolarmente le specie oppure usare un contenitore più grande ove sistemare diverse sementi.

I contenitori possono essere sterilizzati e anzi, nel caso di colture orticole e frutticole devono essere sterilizzati prima dell’uso, o comunque lavati accuratamente, allo scopo, sarà possibile ad esempio lavarli accuratamente con un qualsiasi tipo di detersivo, anche quello per i piatti va benissimo e infine sciacquati abbondantemente e bene.
I contenitori in materiale che non si deforma con il calore possono essere sterilizzati ponendoli a bagno in acqua bollente per un mezz’ora circa  mentre per quelli un poco più delicati si potrà provvedere mettendoli a bagno sempre per una mezz’ora in acqua fredda e candeggina  o amuchina in volumi di quattro a uno

4 lt di acqua + 1 di candeggina o amuchina

infine sciacquare abbondantemente e bene sotto acqua corrente.

All’interno del contenitore poi si posizionerà il materiale prescelto per la messa a dimora delle sementi.

A tal proposito potete leggere questo articolo:  I substrati nella coltivazione idroponica, in cui meglio si spiegano i materiali utili allo scopo.

Per quanto riguarda le condizioni ambientali, valgono le regole base per qualsiasi tipo di serra, possiamo dire che sono da tener costantemente sotto controllo:

  • Temperatura
  • Umidità
  • Illuminazione
  • Arieggiamento

L’illuminazione potrà essere media in fase di germinazione, nella prima fase di germinazione poi, come per qualsiasi semina andrà aumentata al fine di evitare che le piante filino, ovvero, emettano getti lunghi lunghi e pallidissimi, non posizionate mai però il semenzaio al sole diretto.

Mantenere il semenzaio in un ambiente con temperature il più costanti possibili.

Arieggiare l’ambiente in cui è posto il semenzaio è di vitale importanza, esattamente come per l’arieggiamento delle serre.

E’ importante inoltre porre attenzione a vento e pioggia, venti forti e piogge battenti possono rovinare le giovani plantule, posizionate il vostro semenzaio in zone riparate.