Come prendersi cura delle nostre rose in inverno?
Le potiamo? Accorciamo giusto due o tre rami o le “capitozziamo”?

Premetto di essere perlopiù contro alla capitozzatura se non in determinati ed estremi casi, i roseti poi, non andrebbero nemmeno potati se non per accorciare giusto i getti più lunghi, o per rimuovere getti danneggiati, una potatura drastica potrebbe portare la nostra pianticella di rose a gelare completamente durante l’inverno.

Da bambina ricordo che in giardino c’erano tre piante di rosa, le curava l’inquilino del piano sotto e stava dietro a queste piante come fossero le sue figlie.
Ricordo che in ottobre, fine ottobre inizio novembre circa, accorciava i getti più lunghi rispetto agli altri e li portava tutti alla medesima altezza, ma non le potava mai drasticamente ed ogni anno, tutte, donavano la loro  fioritura.

rosa gelataNe ricordo una con fiori rossi, una rosa e una arancio e forse, anche una bianca, ma non ne sono sicura.
Quello che ricordo con certezza: era sempre attorno a quelle rose quando non era nell’orto (in cui fregavo le fragole!).
Alla meno peggio se non potava in questo periodo lo faceva  una volta finito l’inverno, in qual caso i rami gelati una volta eliminati permettevano di conservare comunque sufficiente legno sano in grado di dare nuovi bocci poi.

Di sicuro comunque  che potasse o meno verso fine ottobre inizio novembre rincalzava il terreno ed apportava un abbondante pacciamatura!

Diverso invece è il discorso per gli arbusti e alberelli di rose da innesto.
Infatti, nelle zone con inverni particolarmente rigidi occorrerà proteggere molto bene il punto d’innesto in modo che non geli altrimenti caput roseto!

In questo caso, dato che il punto d’innesto non si trova alla base del terreno come spesso siamo abituati a vedere ma si trova alla base della chioma bisognerà allora apportare protezione in quel punto, mettendoci ad esempio della paglia, fermandola con del TNT e dello spago, e sempre con del TNT proteggere poi tutta la pianta in generale.

Alcuni a tal scopo usano tralci di abete per proteggere la pianta, ottimi sono anche dei bei tralci di Leylandii lunghi 20/30 cm il Leylandii offre tanti di quei tralaci ogni anno che c’è solo da scegliere.
Il mio ex vicino le rose le aveva messe a dimora in piena terra, ora, molti non hanno il posto dove metterle in piana terra, molti, lerose le  hanno in vaso sul terrazzo o sul balcone, e se gela la panetta di terra?
Ecco!
In questo caso, oltre a quanto detto sopra per la potatura e per la protezione particolare delle rose da innesto occorrerà avvolgere ben bene anche il vaso dentro a del TNT e sollevarlo da terra, anche solo di pochi cm., ad esempio  ci si può piazzare sotto al vaso una lastra di legno, se invece il vaso è troppo grosso e pesante allora si può cercare di far passare uno strato di TNT anche sotto al vaso, sarà sempre meglio che niente!