La fragola, fa parte del genere Fragaria, un genere a sua volta appartenente alla famiglia delle Rosaceae conosciuto per la produzione del falso frutto ossia  la fragola.

Non è assolutamente difficile coltivare la fragola e come vedremo più avanti ben si presta anche alla coltivazione in vaso, e ancora di più, pensate che  è possibile coltivarla anche con la tecnica idroponica.

Se le vostre piante sono già cresciutelle e non lo avete ancora fatto, provvedete immediatamente a stendere fra le file di fragole della paglia, la pacciamatura  è indispensabile farla alle piante di fragola perché in questo modo si terranno i frutti all’asciutto, puliti, e non a contatto con il terreno, contatto che potrebbe portare i frutti a marcire o ammalarsi.

Quando bagniamo le fragole inoltre prestiamo molta attenzione a bagnar solo il terreno, non irrighiamo mai a pioggia, il fogliame bagnato, è maggiormente soggetto a malattie fungine.
Le fragole sono ottime per la riproduzione mediante divisione dei getti, infatti, i suoi steli, allontanandosi dalla pianta madre e restando a contatto con la terra tenderanno ad emettere le radici (stoloni), sarà così possibile dividere questi getti dalla madre,  ma solo dopo che avranno messo bene le radici.

A questo proposito, provvedete a rimuovere la pacciamatura solo ed esclusivamente sotto agli steli che si sono allontanati dalla madre e da cui vedete un inizio di radicazione così da permettere ai getti il contatto con il terreno.

Sarà dunque utile “segnare” le piante che hanno dato il raccolto più abbondante, e tenere buone loro per la moltiplicazione magari mettendo semplicemente un bastoncino di bamboo accanto alle piante prescelte.

Le fragole possono essere facilmente soggette a malattie fungine, al fine di prevenzione si può provvedere ad irrigare il terreno con infuso di equiseto o con del macerato di ortica mescolato a decotto di cipolla.
La consociazione però resta il primo passo da effettuare al fine di limitare l’insorgenza di malattie varie, la fragola, può essere ben consociata con l’aglio, per prevenire malattie fungine, mentre buoni vicini in generale sono spinaci, cipolle, porri e insalate, fagioli e borragine, vedi anche nella sezione DownLoad, c’è un utile tabella delle consociazioni da scaricare gratis. Continua a leggere cliccando sotto…

Pagine: 1 2