LOTTA NATURALE AI PARASSITI:

È arrivato il momento di seminare in semenzaio alcune piante da fiore che desiderano molto calore per germinare.
Per tutto aprile e maggio si può seminare l’Ipomoea coerulea, ma anche l’Ipomoea quamoclit.
È importante che le giovani plantule siano protette dal vento, che può distruggerle in un paio d’ore.
Seminate in vasetti piccoli, e poi trapiantate a dimora quando la pianta avrà riempito il vasetto con le radici.
Sempre in semenzaio, in luce piena, seminate, su terriccio che non deve seccare mai, le bocche di leone e il Cheiranthus.
In piena terra, direttamente a dimora, i nasturzi, il convolvolo, le zinnie.
In questo periodo si devono anche concimare tutte le piante, specie quelle da fiore estivo.
Usate macerato di consolida o di ortica, che somministrerete ogni venti giorni circa a seconda della pianta.
Non irrigate direttamente col in macerato, ma fate una irrigazione preliminare con semplice acqua, poi darete il macerato.
Il macerato di ortica, molto diluito è ottimo contro pidocchi, afidi e altri parassiti, ma le irrorazioni devono essere ripetute spesso.
In questo periodo abbiate cura di cimare le piante sfiorite per aiutare la produzione di nuovi getti, tagliate alla prima o seconda gemma forte a partire dall’alto, e naturalmente non dimenticate una irrigazione costante.

NELL’ORTO:

Semine in luna calante

A dimora all’aperto:
agretto, bietola da coste, cipolla colorata, finocchio, lattuga da taglio, spinacio.

In semenzaio all’aperto: cavolo cappuccio, lattuga, bietola da coste, lattuga cappuccio, porro, radicchio di Chioggia, scarola, sedano.

Semine in luna crescente

A dimora all’aperto:
anguria, basilico, bietola da orto, cardo, carota,cetriolo, coriandolo, fagiolo, fagiolino,
fava, melone, peperone,pisello, melanzana, pomodoro, prezzemolo, ramolaccio,
ravanello,rucola, scorzanera, zucca e zucchina.

In semenzaio all’aperto: basilico, cavolfiore, cetriolo.

Trapianti in luna crescente

In dimora all’aperto:
anguria, basilico, bietola da orto, cardo, cavolo cappuccio estivo-autunnale, indivia riccia, cetriolo,
coriandolo, fagiolo, fagiolino, fava, melone, peperone, melanzana, pomodoro, ramolaccio,  scorzanera,
zucca, zucchina, cavolo cappuccio, tetragonia, indivia riccia, lattuga, bietola da coste,
lattuga cappuccio, porro, scarola, sedano.

Lavori in luna calante:
Rincalzare le patate, mettere i tutori a pomodori, piselli e fagiolini rampicanti.
Interrare la senape e altri eventuali sovesci.

NEL FRUTTETO:

Con luna calante si può potare l’ulivo e provvedere agli innesti di meli, peri, castagni, ciliegi, fichi, peri, peschi,  agrumi e dell’olivo stesso.

In maggio purtroppo si hanno gli attacchi peggiori di afidi, pericolosi parassiti che attaccano non solo le orticole e le frutticole ma le piante in generale, specialmente quelle in via di sviluppo.

È importante quindi verificare anche giornalmente le condizioni di salute delle singole piante intervenendo tempestivamente se è il caso con prodotti di sintesi o rimedi naturali.

In luna crescente si può interrare il mirtillo americano avendo cura di offrirgli terriccio acido.

IN GIARDINO:

Si sradicano ripetutamente le erbacce dalle aiuole e dai vialetti.

Prima si zappano le aiuole, poi, si piantano le nuove piantine annuali da fiore già pronte.

Si mettono i paletti alle Rose e a tutte le rampicanti e non  che ne necessitano.

Appena i Crisantemi avranno ripreso la vegetazione li si spunta a 15 cm. di altezza e con le spuntature si possono effettuare delle talee.

Quando il terreno è asciutto si disotterrano per la conservazione i bulbi di Anemoni, Giacinti, Ranuncoli, Tulipani …

Ancora in questo mese porre i vasi di Primole e Ciclamini all’ombra per la produzione del seme.

Preparate gli infusi per le concimazioni liquide.

SEMINE e MOLTIPLICAZIONI:

Con luna crescente si possono seminare Kalancoe, Fresie, Ninfee, Aquilegie, Garofani, Ipomee e Myosotis…

Si dividono per cespi Lillà, Sagittaria, Sanseveria, Viole del pensiero…

Photos e simili si moltiplicano ora per propaggine.

Si continua con le talee di tutte le specie annuali e perenni da fiore.

Se col tempo dovesse formarsi della muffa sul terriccio, cospargere lo stesso con una spolverata di zolfo in polvere.

Con luna calante si effettuano potature di contenimento per tutti gli arbusti che hanno ultimato la fioritura.

Si eliminano i succhioni dai rosai, si cimano i crisantemi e si sfalcia il prato, se l’erba non è di un bel verde brillante si procede con una concimatina.