Il Nelumbo Nucifera, conosciuto anche con i nomi Loto e Loto Indiano è un genere di pianta acquatica, unico genere della famiglia delle Nelumbonaceae.

Produce foglie grigio-bluastre, che salgono dal fondo e si aprono sulla superficie dell’acqua, galleggianti, viene molto spesso usato nei laghetti in posizioni soleggiate. In estate emette  numerosi fiori , che restano aperti pochi giorni.

Alla fioritura  segue una grossa capsula legnosa che contiene i semi, speso viene essiccata per essere utilizzata nelle decorazioni.

I Buddhisti la utilizzano ancora oggi per i riti religiosi.
Tutta la pianta è commestibile, si usa in tutto il Sud-est asiatico.
La coltivazione del loto a differenza di ciò  che si pensa, non è per niente difficile.
Iniziamo dicendo che la temperatura ideale per la coltivazione è di 20–35 °C o poco inferiore, in inverno lo dovete spostare in posto riparato, può passare l’inverno in una cantina umida come le ninfee.

La soluzione ideale è una coltivazione in cosiddette vasche idroponiche oppure in vasi bidirezionali senza fori di scolo preapplicati.
Il vantaggio dei vasi bidirezionali è che questi contenitori possono essere messi nel giardino d’inverno oppure in appartamento, vicino alla finestra (o meglio vicino al balcone) per avere il posto più soleggiato e più caldo in tutto l’appartamento.
In estate potrete spostarlo in un balcone rivolto verso sud oppure in un giardino.
Partiamo dalla semina !
Continua a leggere l’articolo cliccando sotto sul numero 2…

Pagine: 1 2 3