La serra temperata dotata di un impianto di riscaldamento che mantenga la temperatura a non meno di 10 gradi è un ambiente adatto per la coltivazione di una gran varietà di piante.
Si possono infatti coltivare quasi tutte le specie delle zone temperate e la scelta si estende anche a quelle delle regioni subtropicali e tropicali.
Va fatta una distinzione tra le piante che possono essere coltivate e che vegetano nella serra temperata in inverno, come le insalate, i crisantemi e quelle, come le piante da aiuola sub-tropicali, che sono in riposo vegetativo alla temperatura della serra temperata, svernano senza problemi, mentre morirebbero all’aperto o in una serra non riscaldata.

Inoltre nella serra temperata possono essere coltivate tutte quelle piante che normalmente si possono tenere anche in serra fredda ottenendo in molti casi vegetazioni più abbondanti.

Data la temperatura non troppo elevata della serra temperata, è anche possibile coltivare una maggiore varietà di piante ornamentali e da raccolto.

Per la maggior parte dei giardinieri la serra temperata è la regola, mentre quella fredda  o calda l’eccezione.
Nonostante vi siano in commercio un intensa varietà di piante coltivabili in serra temperata, vale la pena, giacché si ha lo spazio, effettuare degli esperimenti, così da ampliare ulteriormente la propria collezione di specie.

Le piante hanno raramente temperature minime assolute che le uccide, tranne naturalmente il punto di congelamento al quale le cellule gelano causando danni fisici alla pianta.

Inoltre, molte piante che si pensava necessitassero di temperature minime più alte possono essere acclimatate nella serra fredda.
Questo dipende per lo più dalla necessità di evitare sbalzi repentini delle temperature.
Tenendo controllato l’equilibrio ambientale, calore umidità e  arieggiamento, le piante considerate delicate possono non solo sopravvivere ma anche continuare a prosperare.

Ecco i principali interventi da effettuare mese per mese nella vostra serra temperata.

LAVORI NELLA SERRA TEMPERATA MESE X MESE:

GENNAIO Controllare l’ermeticità, la coibentazione (se esiste) e l’impianto di riscaldamento.
Regolare i termostati a una temperatura minima notturna di 10 gradi.

FEBBRAIO Arieggiare quando possibile e aumentare gradualmente le annaffiature.
Mantenere la temperatura al minimo.

MARZO Aumentare le annaffiature, arieggiare bene i giorni soleggiati e mantenere l’aria umida.
State attenti a eventuali presenze di parassiti, come gli afidi, ed eventualmente prendere precauzioni.

APRILE Fare attenzione a l’arieggiatura e all’annaffiatura man mano che le temperature esterne aumentano.
Tenere il riscaldamento accesso, regolando il termostato sulla temperatura notturna minima.

MAGGIO Annaffiare liberamente, ombreggiare se necessario quando è soleggiato e mantenere l’aria più umida.

GIUGNO Spegnere e revisionare l’impianto di riscaldamento.
Ventilare liberamente, ombreggiare quando necessario, bagnare il pavimento della serra e umidificare per aumentare l’umidità.

LUGLIO Mantenere l’aria umida e curare l’irrigazione.
Arieggiare bene e ombreggiare quando necessario.

AGOSTO Continuare le operazioni estive di ombreggiamento, annaffiatura e bagnatura del pavimento della serra.
Fate attenzione a eventuali notti più fresche verso la fine del mese quando le giornate si accorciano.

SETTEMBRE Ridurre le annaffiature e le bagnature del pavimento della serra man mano che le temperature esterne scendono.
Rimettere in funzione il riscaldamento, controllarlo e accenderlo, se necessario, verso la fine del mese.
Ridurre l’ombreggiamento.

OTTOBRE Accendere il riscaldamento e regolare il termostato in modo da mantenere una temperatura notturna minima di 10 gradi.
Arieggiare con moderazione durante le giornate calde che non siano però umide e nebbiose.
Ridurre le annaffiature e le schermature per l’ombreggiatura.

NOVEMBRE Mantenere la temperatura invernale minima e arieggiare moderatamente.
Ridurre ulteriormente le annaffiature di tutte le piante tranne quelle in fiore.

DICEMBRE Se possibile coibentare le pareti della serra ed eliminare tutte le eventuali correnti di aria.
Coprire la serra con tela di sacco quando fa molto freddo.
Proteggere le piante più delicate con del TNT  nel caso si prevedano gelate.
Ridurre al minimo le annaffiature.
Arieggiare un po’ quando è possibile ma sempre e solo nelle ore più calde della giornata e azionare un termoventilatore per far circolare l’aria.