Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » La Pianta del Mese di Marzo

La Pianta del Mese di Marzo

Articolo scritto da

La Primula

All’inizio della primavera quando ancora il prato può capitare sia ancora innevato,l’attenzione è attirata dai  fiorellini gialli della Primula Vulgaris.
Subito dopo,sono pronte a fiorire le varietà di Primula Veris,Elatior oltre alle varietà più rare.
La Primula annuncia la fine dell’inverno.
La Primula è un erbacea perenne da coltivare in zone di semiombra o ombra completa ed ha un altezza di circa 12 cm.


Del genere di piante della famiglia delle Primulacee, originario delle zone temperate di Europa,
Asia e America comprende circa 500 specie di piante erbacee annuali e perenni con fiori coloratissimi riuniti in ombrelle, capolini, grappoli o verticilli sovrapposti, circondati da brattee, sorretti da lunghi gambi. I frutti sono generalmente a capsula.
Le foglie verdi rugose fanno da corolla a fiorellini gialli nella varietà Vulgaris fino ai colori più svariati e caldi delle altre varietà,quelli della Vulgaris sono anche leggermente profumati.
Si coltiva in piena terra ma anche in vaso ,anticamente la Primula Veris veniva adoperata per favorire l’emissione di calcoli renali e contro il catarro bronchiale,i petali dei fiori venivano fatti seccare all’ombra e conservati in luogo asciutto e venivano usati per infusi contro l’emicrania,le vertigini e l’insonnia.
La Primula non è  affatto velenosa.

Coltivazione

Ben si adatta a qualsiasi tipo di terreno con  esposizione semi-ombrosa e riparata, meglio comunque se in terreno acido e fresco, fertile e ben concimato con sostanze organiche.
Le specie coltivate in vaso richiedono locali freschi e umidi, luce solare filtrata, terriccio fertile, leggero e acido, concimate ogni 15 giorni con fertilizzante liquido, annaffiature abbondanti, le specie perenni vengono coltivate come annuali, scartandole dopo la fioritura.


La moltiplicazione avviene con la semina sotto vetro o in ambiente fresco e ombreggiato, in terriccio di bosco sabbioso, utilizzando seme freschissimo, da aprile in poi, con fioritura nell’inverno-primavera successiva.
Le cultivar vengono moltiplicate per via agamica, con la divisione autunnale dei cespi, o dei getti, anche se generalmente le primule, malsopportano i trapianti, presentando scarse fioriture.

Tecniche
di Moltiplicazione

Si moltiplica in Marzo -Aprile tramite semina ,si può anche seminare in serra fredda da Dicembre a Marzo mentre si puo’ moltiplicare per divisione dei cespi inda Giugno a Settembre.

Parassiti e
Malattie

Uso nella
coltivazione bio e/o vegan

Uso in cucina e
medicina

Per le proprietà medicinali vengono usate  la P. veris e con risultati minori la P. vulgaris

Curiosità

Il nome deriva dal latino primus per indicare la precocità di fioritura che avviene subito dopo la scomparsa della neve, quando nei prati comincia a comparire l’erba.

Fonte : Wikipedia