Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Coltivare L’Adenium ? Perchè no !

Coltivare L’Adenium ? Perchè no !

Articolo scritto da

L’Adenium è  una pianta  caudiciforme con fusti ramificati di colore marrone, base rigonfia, formata sia dalle radici che dal fusto, che ha il compito di immagazzinare acqua , le foglie sono ovali, brillanti e coriacee, con venature prominenti sulla base inferiore, emette fiori di colore rosa, bianchi o cremisi, con i margini esterni più scuri, compaiono sui nuovi rami e sono seguiti da frutti verdi bilobati.

Fra le varietà più coltivate vi sono :

L’Adenium Obesum e L’Adenium Multiflorum

Gli Adenium necessitano di posizioni luminose e soleggiate,  in appartamento deve essere esposta in pieno sole.

Vanno coltivati in terriccio universale con aggiunta di graniglia, meglio ancora  il terriccio apposito per cactacee .

Il terreno di coltivazione dell’adenium dev’essere ben drenato per evitare il marciume.

La temperatura minima invernale non può scendere sotto i  diciasette gradi e và conservata in luoghi  asciutti ,nei mesi più caldi può stare sul balcone o sul terrazzo così come in giardino , mentre in inverno deve stare in appartamento, la temperatura ottimale per il suo sviluppo ottimale si aggira sui 22 gradi.

Nei mesi freddi, diciamo da Ottobre fino a Maggio gli Adenium vanno  innaffiati una volta ogni due settimane nei restanti mesi invece ogni qualvolta il terreno risulti ben  asciutto , tenete presente che le  piante coltivate  in  piccoli contenitori  necessitano  di annaffiature più frequenti, magari, utilizzando dell’acqua demineralizzata, comunque, se usate l’acqua del rubinetto sarebbe bene lasciarla riposare almeno un giorno prima di usarla.

A  fine Inverno sarebbe cosa giusta provvedere ad effettuare un leggera potatura, senza esagerare però ,prestare attenzione al lattice che ne fuoriesce dai tagli in quanto  velenoso e pericoloso.

Durante il periodo di crescita o di fioritura è importante somministrare un fertilizzante liquido per cactacee ogni due settimane.

La moltiplicazione  si effettua per seme nello stesso composto di coltivazione umido, mettendo il vaso sotto una campana di vetro o coprendolo con della plastica o ancora meglio una lastra di vetro,(potrebbe tornarvi utile a tal proposito leggere QUESTO articolo )il vaso deve essere conservato ad una temperatura minima di 18 gradi .

Il composto migliore da utilizzare per le semine è il terriccio per cactacee oppure del terriccio universale mischiato a della graniglia o ancora un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali , in mancanza di sabbia può tornare utile  del lapillo o della  pomice o ancora del quarzo per acquari a grana fine.

Ricoprire i semi con un altro di materiale a granuli, come ad esempio ancora la graniglia per acquari che comunque non abbia una granulometria inferiore ai 5 mm.

Il recipiente così predisposto, andrà infine coperto come indicavo poco fà avendo cura di togliere la copertura e lasciare che il substrato arieggi un pò almeno una volta al giorno.

Mantenere il substrato umido ma non fradicio fino a germinazione avvenuta, poi, appena le piantine avranno messo fuori il capoccino, togliere la copertura e  iniziare molto gradualmente a ridurre le annaffiature e ad acclimatarla .

Bisognerà posizionare il recipiente in un luogo via via più luminoso sempre rispettando il suo bisogno di caldo.

Essendo una pianta a crescita molto lenta, fiorirà dopo circa tre-quattro anni.

Gli Adenium temono  molto il freddo, mentre come malattie si riscontrano attacchi di  cocciniglia bruna.