Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Coltivazione Biologica, Genetica Modificata - OGM -, Giardinauta! Tutti gli Articoli » Un semino oggi un semino domani….Haiti : ” Un investimento per la vita “

Un semino oggi un semino domani….Haiti : ” Un investimento per la vita “

Articolo scritto da

“PENSA QUANTI  SOLDI CI PORTERA’ QUESTA STORIA”
Dice nulla questa frase ?

Beh!Molti se ne ricorderanno una simile dopo il terremoto in Abruzzo , ma tutto il mondo è paese , e davanti agli interessi economici non ci si ferma mai , anzi , bisogna avere inventiva e saper guardare lontano!
Una cosa simile  probabilmente avranno  pensato alla Monsanto dopo il terremoto ad Haiti!
Certo non si puo’ dire che non se le inventino tutte alla Monsanto , devono avere degli addetti all’area marketing dalla mente incredibilmente macchinosa ed elaborata tanto da riuscire a speculare su una disgrazia passando però agli occhi dei più come benefattori.
E’ il caso di Haiti dove la Monsanto ha pensato bene di sfruttare la tragedia per insediarsi nell’economia locale , passando per benefattore e facendo passare chi si oppone come degli ingrati che nulla meritano  come spiega il leader dei contadini haitiani Chavannes Jean-Baptiste  che lo definisce :“Un nuovo terremoto”il dono che la Monsanto – l’arcinota multinazionale agrochimica specializzata in OGM – ha destinato alle popolazioni colpite dal disastro dello scorso 12 gennaio.
Sessantamila sacchi, 475 tonnellate circa di semi ibridi, per un valore complessivo di 4 milioni di dollari, che però i contadini sono caldamente invitati a boicottare.
Quella dei paysans haitiani è infatti una vera e propria protesta, maturata dall’idea che, con il pretesto dei soccorsi e della ricostruzione post-sisma, grandi multinazionali-come appunto la Monsanto- si vogliano inserire forzosamente nell’economia locale, un’economia prevalentemente a carattere di sussistenza che sarebbe irrimediabilmente  stravolta.Secondo Chavannes, infatti,”le sementi rappresentano una sorta di diritto alla vita ecco perché oggi abbiamo un problema con la Monsanto e con tutte le multinazionali che vendono semi poiché semi e acqua sono patrimonio comune dell’umanità.
La Monsanto conosciuta a causa delle controversie che il suo metodo operativo ha aperto nello scenario degli OGM,infatti, i semi prodotti dalla multinazionale di St. Louis hanno sì grosse rendite in termini di dimensioni del raccolto o della resistenza a malattie e siccità, ma sono anche sementi  incapaci  di trasmettere le proprie caratteristiche agli esemplari figli; perciò chi decide di usare questo tipo di semenze è costretto, ad ogni semina, a comprare nuovi esemplari .I contadini haitiani hanno mosso la loro protesta , preoccupati per la naturale azione dei venti, le propaggini delle colture geneticamente modificate arriveranno ad intaccare anche i prodotti di chi invece ha scelto di continuare a coltivare con il metodo biologico.
Secondo il portavoce della società, Darren Wallis, è tutta una questione di buona fede: “Monsanto ha fatto questa donazione, in poche parole, perché era la cosa giusta da fare. ”.
L’azienda ha poi sottolineato in un comunicato stampa che le sementi non sono geneticamente modificate, come sostengono Chavannes e i suoi paysans, ma ha ammesso che i semi sono stati in parte trattati con fungicidi e pesticidi, tra cui Maxim XO e tiramina sostanze note per i loro effetti collaterali sulla salute umana.

Insomma , bazzecole, gli haitiani in pratica si lamentano per nulla, sono degli ingrati.

Ma se qualcuno avesse ancora dubbi sulla buona fede della Monsanto allora basti sapere anche che: nel momento in cui un agricoltore decide di servirsi dei semi prodigiosi della Monsanto, deve firmare una sorta di contratto in cui si impegna a non tenere da parte i semi e a non venderli a terzi . 

Una semplice formalità, secondo molti, che cela però uno stretto controllo.
La Monsanto  è a un passo dal monopolizzare il mercato delle sementi , il pericolo più tangibile è che con l’adozione sempre più massiccia di tale tipo di coltivazione la semina convenzionale scompaia, rendendo la Monsanto di fatto padrona dell’approvvigionamento agricolo.
E loro intanto vanno avanti … un semino oggi ed uno domani …

One Response to "Un semino oggi un semino domani….Haiti : ” Un investimento per la vita “"

  1. Mutui ha detto:

    Articolo interessante. In rete si trovano sempre le stesse cose ma su questo blog ci sono spunti utili.

Lascia un commento