Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Giardinauta! Tutti gli Articoli, Sul Balcone e sul Terrazzo » Quali rampicanti sul terrazzo ?

Quali rampicanti sul terrazzo ?

Articolo scritto da

QUALI RAMPICANTI IN VASO SUL TERRAZZO ?
I’infinito dubbio Amletico!
Molti di voi mi scrivono chiedendomi quale tipo di pianta rampicante utilizzare sul terrazzo per creare pergolati o grigliati di schermatura rigogliosi e fioriti.
Devo confessare che, quando si tratta dei terrazzi,
il più delle volte ho difficoltà nel consigliare.
Quello che ci si aspetta da una pianta  rampicante su di un terrazzo è di ricoprire pergole o grosse superfici di graticci e per fare questo bisogna iniziare
col munirsi di grossi e capienti contenitori e,
mi rendo conto che non tutti i terrazzi sono fatti per sopportare pesi considerevoli .

Teniamo conto,che in contenitori di 50/100 lt gli unici rampicanti capaci di svilupparsi sono i classici Parthenocissus Tricuspidata Veitchii o il Quinquefolia,la vite del canada per intenderci,l’intramontabile RincospermumFalso Gelsomino e poche altre specie,ma,chi mi scrive senz’altro spera in un consiglio un po’ piu’ particolare o semplicemente diverso!
E’ difficile dare consigli,conta la zona di provenienza,l’esposizione,senza contare un minimo di pollice verde,per il resto ad esempio, il Jasminum Sambacpiantato contro un muro esposto a sud nel Lazio cresce che è nu’ babà,sopportando anche temperature intorno ai 5 gradi sotto zero!
Per contro,ovunque la si coltivi,nonostante profumatissima e bella come pianta non sopperisce ai bisogni di chi vuole ricoprire un pergolato data la sua scarsa vegetazione.
E quindi?
Ci sarebbe il Jasminum Polyanthum anch’essa robusta e resistente al gelo più di quanto si creda ma tende più a strisciare che ad arrampicarsi,e non ci siamo ancora.
Jasminum Azoricum ?
A patto che abbia sufficiente terra per spaziare con le sue radicone ebbene sì!
Naturalmente ha bisogno di un sostegno per crescere quindi nel caso di un pergolato bisogna seguirlo
legandolo quando serve,così che possa raggiungere traguardi dopo i quali proseguire solo soletto,e cresce,cresce rapido!
Altro?Non vi convince o piace?
Allora è arrivato il momento di approfondire la conoscenza con la mia prediletta:
passifloraLA PASSIFLORA COERULEA o FIORE DELLA PASSIONE
Altra pianta intramontabile e classica ma da non sottovalutare per rusticità e bellezza dei fiori.
Resistente anche nelle zone del nord Italia,produce numerosissimi fiori di una bellezza rara color blu/verdastro e cresce come una dannata !
Non sarebbe nemmeno da scriverlo che comunque necessita anche lei di tanto terriccio ove spaziare con le radici, necessita di un vaso largo piuttosto che profondo in quanto le radici tendono a correre in orizzontale piuttosto che in verticale,una volta attecchito è più prepotente,quasi infestante.


In vaso però perdono le foglie in inverno,cosa che non accade in piena terra anche con i climi del nord Italia io ad esempio l’ho piantata in giardino,con poche speranze dato diversi fallimenti con la coltivazione in vaso ed invece adesso ho una pianta che è peggio del prezzemolo,trovo getti anche ad un metro di distanza dalla pianta madre,bellissima,e rimane con le fogliette anche dopo una nevicata,stupenda!
La fioritura è continua da Giugno ad Ottobre e i suoi tralicci assolvono a pieno i bisogni di chi vuole ricoprire pergolati anche magari dedicandoci il tempo giusto di indirizzare i getti,cresce velocissima,pensate solo che una piantina di 6 mesi arriva fino a 200 cm. di lunghezza/altezza!!!!
Ma,se anche lei non vi convincesse?
Ci si deve adattare?
NO!!!
Armandosi di pazienza e partendo con la predisposizione ad un eventuale fallimento il consiglio migliore che si può dare è di TENTARE, lanciarsi in coltivazioni che non si crederebbe mai,magari fallendo,o magari trovando finalmente ciò che fa per il vostro terrazzo in base a clima,esposizione,altezza da terra del terrazzo etc..etc.etc..
Insomma,come avrete capito non sono molti i rampicanti disponibili a crescere in vaso,con poca terra ed in tempo breve ,soprattutto nel nostro clima,nord o sud che sia,magari al sud un pochini in più ma non molti,bisogna essere curiosi,provare,armarsi di santa pazienza e non farsi abbattere da eventuali smacchi.
Non gettate la spugna dopo il primo fallimento!
caprifoglioCi sono le Ipomee,di tanti tipi e colori,blu rosse rosa bianche,delicate e spoglianti,i Caprifogli,bellissimi di tante varietà,rossi,gialli o arancioni o ancora in mix rosa chiaro/scuro con fioriture bellissime,rustici,crescono decisamente bene anche qua,nel nord Italia anch’esse però spoglianti.
Poi le Clematidi,ma anche i glicini che però necessitano di vasi minimo 500 lt ,senza dimenticare alcune varietà di rose rampicanti,come la Rosa Banksiae,probabilemente poco conosciuta in quanto non rifiorente seppur raggiunga anche i 15 metri sia decisamente rustica tanto che nel centro Italia in alcune città come ad esempio Roma(almeno fino a 15 anni fa)viene usata come pianta da ornamento cittadina .
Conosciutissimi invece,per la loro fioritura,rusticità e versatilità i Gelsomini di ogni genere,per ogni ambiente ,anche con fiore giallo come ad esempio il Gelsomino di San Giuseppe e profumatissimi come il Gelsomino della Carolina o Virginia(difficile da trovare in Italia,pare che,in America dove è più diffuso ,il profumo dei suoi fiori si possa sentire anche a 100 mt di distanza)che però si riesce a coltivare solo nel sud Italia,già  in Liguria trova difficoltà,nel nord Europa viene coltivato solo in serra.
Ma qua  in Italia ,nord come sud vanno molto i Falsi Gelsomini,(RincospermumTrachelospermum jasminoides)simile al gelsomino comune,con foglie lanceolate verde scuro lucide,e fiori bianchi profumati lievemente,particolarmente indicata per grigliati e pergolati,io ne ho quattro in vaso,hanno stentato all’inizio ma ora si stanno riprendendo,vanno protetti i vasi in inverno con del tessuto non tessuto per evitare il gelo del terriccio,ma danno soddisfazioni e sono bellissimi,producono fiori e soprattutto sono sempreverdi,fra l’altro ho notato che amano i concimi per piante acidofile nonostante non siano classificate come tali!
edera colchica
Per concludere,vi parlerei dell’Hedera Colchica,nei boschi qua intorno a dove abito cresce spontanea.
E’ una bella rampicante perenne e sempreverde,con foglie cuoriformi lucide,può raggiungere altezze ragguardevoli ed è una pianta molto rustica,poche annaffiature e concimazioni quasi assenti(in natura fa da se ,in vaso magari una volta al’anno una concimatina non fa male) e può essere posta sia al sole che in piena ombra.
Produce in Luglio\Agosto delle bacche verdi che a maturazione diventano nere,esse contengono da 4 ad 8 semi.
Non indicata per chi desidera fiori profumati almeno una volta all’anno ma indicatissima per creare pergolati e schermature piene e sempreverdi.
Molto bella,particolare,senz’altro fuori dal comune sui classici terrazzi.
PROVATE ! PROVATE ! ET PROVATE ! SENZA PAURA , SENZA RIMORSO!

3 Responses to "Quali rampicanti sul terrazzo ?"

  1. rhizlane ha detto:

    salam

  2. Davide ha detto:

    Avevo un edera colchica sul terrazzo in vaso ora che però è morta vorrei provare a coltivarla da seme , sapete se è possibile e dove posso trovare i semi ? nel vostro catalogo non li ho trovati !!

    1. Giardinauta ha detto:

      Purtroppo da seme non è possibile ottenere piante con le stesse caratteristiche , l’unica è fare talee o propaggini o divisioni dei cespi.

Lascia un commento