Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Coltivare & Curare le Piante, Coltivazione Biodinamica, Coltivazione Biologica, Coltivazione Vegan, Giardinauta! Tutti gli Articoli » Poche buone regole per il compostaggio estivo

Poche buone regole per il compostaggio estivo

Articolo scritto da

Negli anni Novanta le signore inglesi non litigavano più sulla miglior ricetta per il pudding,
ma per quella del compost.
Ognuno fa il compost in maniera personale,
e potreste aver deciso di optare per il metodo a tre cassoni, a piramide o a fascia.
Le differenze sono numerose, ma in questa stagione le regole da osservare sono semplici:bagnarlo di frequente e con  grande cautela.
Con i giorni di calura che avanzano è necessario che il compost sia umido.
Umido, non zuppo, altrimenti i vegetali andranno in marcescenza.
Se per qualche ragione non potete irrigare, dopo averlo bagnato per bene, copritelo con un vecchio tappeto, una trapunta, un telo scuro, in modo da ridurre temporaneamente la traspirazione.
Man mano che aggiungete materiale assicuratevi che sia molto ben sminuzzato:
più grande sarà il materiale vegetale, più tempo impiegherà a disfarsi e minore sarà la qualità.
Alternate strati semilegnosi a quelli completamente erbacei
e compatti come lo sfalcio del prato
(che deve essere lasciato seccare un po’ per suo conto,
prima di essere aggiunto al cumulo).
Quando lo rivoltate fatelo preferibilmente a mano con una piccola pala non appuntita,
e non con il forcone: spesso topolini e ricci scelgono il compost per nidificare.
Se vi imbattete in una nidiata, ricoprite il tutto e iniziate un altro cumulo in un posto diverso.

3 Responses to "Poche buone regole per il compostaggio estivo"

  1. Massimo ha detto:

    Complimenti ,molto interessante,Specialmente il bio dinamico.

  2. Massimo ha detto:

    Complimenti ,molto interessante.2

  3. Massimo ha detto:

    Complimenti ,molto interessante.

Lascia un commento