Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Coltivare & Curare le Piante, Giardinauta! Tutti gli Articoli » Nell’orto e nel giardino d’inverno

Nell’orto e nel giardino d’inverno

Articolo scritto da

In questo periodo ci si appresta a preparare le coperture invernali e riparare a qualche danno fatto da piogge inattese e forti venti,
che sempre più spesso spazzano la nostra penisola da nord a sud.
In giardino sarà bene provvedere al taglio delle siepi, specie per evitare i danni che potrebbe provocare il gelo infiltrandosi tra le foglie.
Potate in modo che la siepe sia sempre più stretta in cima e più larga alla base: questo per favorire il dilavamento delle piogge e diminuire i danni del ghiaccio.
Se usate un tagliasiepi elettrico fate attenzione che gli attacchi siano costantemente asciutti.
Il rimanente può essere triturato e usato come pacciamatura o messo nel cumulo del compost, alternato magari a materiale più acquoso, come gli scarti dei carciofi o dei broccoli.
Nell’orto preparatevi alla rotazione delle colture.
A molti sembra una cosa difficile, ma non lo è affatto.
Un tempo si divideva un appezzamento in quattro parcelle: in una si coltivavano i “consumatori forti”, nella seconda i “medi”,
nella terza i “deboli” e la quarta era lasciata a maggese.
Consigliamo questa suddivisione, sebbene si possa addirittura ridurre le parcelle a due, inserendo i “consumatori forti” e i “medi” in un’unica parcella, e la seconda lasciarla per i “consumatori deboli”, piantando –l’anno successivo- i “consumatori deboli” nella prima parcella e reintegrando l’altra con la concimazione.
Tuttavia questo metodo, sebbene più veloce ed più funzionale su un orto-terrazzo
che non in piena terra,è meno naturale.
Ecco una tabella sintetica dei consumatori “forti”,” medi” e “deboli” .
Forti consumatori:
Tutti le varietà di cavolo (cavolo bianco, cavolo rosso, verza, cavolfiore, cavolini di Bruxelles, cavolo cinese), cetrioli, patate, porri, sedano, zucche e zucchine.
Medi consumatori:
Cipolla, aglio, carota, barbabietola, finocchio, lattuga, spinaci, ravanelli, cavolo rapa, peperoni, meloni
Deboli consumatori:
Fagioli, piselli, erbe aromatiche.
Eccezioni: i pomodori, che pur essendo grandi consumatori, vanno piantati nella stessa aiuola, le fragole, che devono essere coltivate per almeno tre anni nella stessa terra, gli asparagi, che non devono essere toccati per almeno 8-10 anni.
Sempre in questi giorni, per chi possiede un orto in clima mite, si può pensare di piantare delle patate del tipo precoce che poi saranno raccolte in febbraio.
Ora vi lascio al calendario dei lavori di questo mese.

Lascia un commento