Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Articoli Home, Coltivare & Curare le Piante, Coltivare un Orto in Vaso, Giardinauta! Tutti gli Articoli, Sul Balcone e sul Terrazzo » Seminiamo adesso le nostre fragole…anche in vaso!!!

Seminiamo adesso le nostre fragole…anche in vaso!!!

Articolo scritto da

La fragola , fà parte del genere Fragaria , un genere a sua volta appartenente alla famiglia delle Rosaceae conosciuto per la produzione del falso frutto ossia  la fragola.

Non è assolutamente difficile coltivare la fragola e come vedremo più avanti ben si presta anche alla coltivazione in vaso , e ancora di più ,pensate che  è possibile coltivarla anche con la tecnica idroponica . 

Se le vostre painte sono già cresciutelle e non lo avete ancora fatto , provvedete immediatamente a stendere fra le file di fragole della paglia, la pacciamatura  è indispensabile farla alle painte di fragola perchè in questo modo si terranno i frutti all’asciutto , puliti,e non a contatto con il terreno , contatto che potrebbe portare i frutti a marcire o ammalarsi.

pacciame
Quando bagnamo le fragole inoltre prestiamo molta attenzione a bagnar solo il terreno , non irrighiamo mai a pioggia , il fogliame bagnato , è maggiormente soggetto a malattie fungine.
Le fragole sono ottime per la ripoduzione mediante divisione dei getti, infatti, i suoi steli, allontanandosi dalla pianta madre e restando a contatto con la terra tenderanno ad emettere le radici ( stoloni ) , sarà così possibile dividere questi getti dalla madre per creare nuovi esemplari  ma solo dopo che avranno messo bene le radici .
Sarà dunque utile “segnare” le piante che hanno dato il raccolto più abbondante , e tenere buone loro per la moltiplicazione magari mettendo semplicemente un bastoncino di bamboo accanto alle piante prescelte.
Le fragole possono essere facilmente soggette a malattie fungine , al fine di prevenzione si può provvedere ad irrigare il terreno con infuso di equiseto o con del macerato di ortica mescolato a decotto di cipolla .
La consociazione però resta il primo passo da effettuare al fine di limitare l’insorgenza di malattie varie , la fragola , può essere ben consociata con l’aglio , per prevenire malattie fungine , mentre buoni vicini in generale sono spinaci , cipolle , porri e insalate , fagioli e borragine , vedi anche nella sezione DownLoad , c’è un utile tabella delle consociazioni da scaricare gratis .


LE FRAGOLE IN VASO

Ebbene sì ! Se non avete nemmeno un francobollo di orto non scoraggiatevi , non vuol dire che dovete rinunciare alle fragole fai da te, anzi, le fragole , ben si prestano alla coltivazione in vaso , e per questo motivo , potete coltivarle anche sul balcone o sul terrazzo!
Ecco qualche piccolo accorginemto :
Iniziamo con il contenitore , non dovrà mai essere meno profondo di 25 cm. e largo o lungo il più possibile , l’esposizione ideale è a est , sud e ovest ,
il terriccio per le nostre fragole  potrà essere composto da buon terriccio per rose oppure , della terra di giardino addizionata a del terriccio per rose o acidofile in generale , tenete presente comunque che le fragole prediligono terreni leggermente acidi !
La semina , la si può effettuare in questo periodo al coperto , normalmente comunque in marzo/aprile ma anche maggio visto il clima di questo aprile 2012 , in ogni caso ,  magari prima sarebbe opportuno seminare  in vasetti di 14/16 cm di diametro ,  una volta che le piante saranno ben maneggiabili le si potrà poi porre a dimora nel vaso definitivo , salvo , non preferiate acquistare le giovani piantine da vivaio naturalmente , allora , se le radici escono dai fori di scolo le si potrà rinvasare subito , se così non fosse , aspettate!
Per l’irrigazione , occorre non lasciare mai che il terreno asciughi completamente , apportando irrigazioni regolari .
Ogni 15 giorni sarebbe opportuno inoltre apportare del concime apposito al fine di ottenere una maggior fruttificazione .
Generalmente dopo 3/4 anni le piante diventano meno produttive occorrerà quindi sostituirle,ma se avete avuto  l’accortezza  di moltiplicarle come dicevo ,
mediante divisione dei getti,
avrete le vostre nuove piantine a costo zero ogni anno senza nemmeno tanta fatica !!
Buona semina amici Giardinauta e che il tempo ci dia una tregua ancora un pò e ci vengono le macchie di umidità sul corpo 🙂 !!!

 

Lascia un commento