Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Fai Da Te, Giardinauta! Tutti gli Articoli » Lotta biologica con i collari fai da te per le orticole

Lotta biologica con i collari fai da te per le orticole

Articolo scritto da

Da tempo si è capito che coprire il terreno dell’orto con un telo nero preserva dalle infestazioni dei parassiti e dalle erbacce.
Per ridurre l’impatto visivo e anche per aumentare la praticità, al posto del telo, in piccoli orti, si usano dei “collari” di forma circolare con un taglio lungo il raggio, che permette la sovrapposizione sul terreno, inserendo la pianta al centro, per preservarla dalle erbacce.
Il sistema è talmente usato che cataloghi e garden centre ne offrono di tutti i tipi e misure e vengono chiamati
dischi pacciamanti
Non c’è però bisogno di spendere,
costruendoli da soli in casa.
È sufficiente usare dei dischi di carta, cartone, panno, feltro, moquette, vecchi tappeti,coperte non più utilizzabili, ecc.
Si possono usare anche i giornali, ma in questo caso bisognerà sovrapporre molte pagine,
ritagliarle e spillarle insieme.


La forma circolare è più comoda e funzionale, anche perché il taglio radiale è semplice e intuitivo, ma se vi piace essere originali non dovete necessariamente
limitarvi a questa sagoma.
Per migliorare l’effetto repellente usate della polvere bagnabile a base di rame (o un qualunque prodotto rameico) per impregnare i collari.
Questo diminuirà sensibilmente gli attacchi fungini.
Se non volete usare il rame impregnate con un estratto
di equiseto particolarmente denso
.
Non usate invece macerati d’ortica e di consolida.
Se usate la carta di giornale siate cauti nell’uso dell’acqua
per non ridurre tutto ad una poltiglia.
Per fare le cose proprio per bene, praticate un piccolo ritaglio circolare al fondo del taglio,
in modo che il fusto della giovane piantina non sia “stritolato”.
Per vasi e cassette è più conveniente usare del cartone alto, sempre impregnato di antifungino, sagomato per coprire tutta la superficie del vaso o della cassetta, su cui praticherete dei tagli a “X” con una forbice o meglio un cutter.
Sollevando i quattro lembi otterrete un foro grande a sufficienza per far passare la plantula.
Tenete conto che questo sistema, pur poco attraente alla vista, è molto funzionale per la protezione dalle erbacce, ma risulta inapplicabile se non avete preventivamente provveduto ad un sistema di irrigazione “interna”, cioè con un tubo che entra all’interno del vaso, inzuppando il terreno da dentro.

Immagini da : www.tutorinternational.com – www.ferrogshop.com

Lascia un commento