Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Coltivare & Curare le Piante, Coltivare un Orto in Vaso, Giardinauta! Tutti gli Articoli, Sul Balcone e sul Terrazzo » L’Orto sul balcone

L’Orto sul balcone

Articolo scritto da


La tradizione inglese ha elaborato uno stile tipico della coltivazione delle aromatiche in giardino,
in America , si dilettano con gli orti sui tetti, noi quà, come da tradizione di popolo che si adatta a tutto e da tutto e tutti acquisisce e
modifica ad hoc, stiamo imparando a farci l’orto biologico in consociazione fra ortaggi,aromi e fiori anche sul balcone .
Con le varietà giuste , qualche piccolo accorgimento in più, e i giusti accostamenti  anche  chi non possiede nemmeno un francobollo di terreno ma solo un balcone o i più fortunelli un terrazzo potrà dilettarsi nella coltivazione di ortaggi e aromi oltre che dei fiori .
Rimarrete stupiti da quanto si possa ottenere  con i giusti accostamenti , anche in poco spazio .

Oltre ai classici e immancabili pomodori ciliegina , basilico , prezzemolo e qualche insalatina , ci si può cimentare anche con i cetrioli , i fagioli e i piselli , ma anche meloni volendo ,inoltre,  ci sono diverse varietà di orticole rampicanti utilissime in caso si abbia poco spazio a terra che permettono così di ottimizzare lo spazio sfruttando muri e  ringhiere o ancora orticole/frutticole ricadenti da appendere in cesti sospesi .
Qualche albero da frutto come melo o pero , albicocco o ciliegio  non può  mancare, infatti, ne esistono di varietà nane ideate appositamente per la coltivazione in contenitore .
Vendiamo dunque come iniziare .
L’esposizione come sempre la fa da padrona, infatti, in base all’esposizione del vostro balcone e solo partendo da quella si inizia a stabilire che cosa porre a dimora , chi ha la fortuna di godere di tanto sole durante il giorno non avrà che l’imbarazzo della scelta, mentre, per chi avesse un esposizione meno privilegiata come quella a mezz’ombra,
non disperi, adesso vediamo nel dettaglio quali sono le orticole e frutticole utili al caso .
In posizione di mezz’ombra tutte le insalate ci stanno che è un piacere, compreso sedano e spinaci, anche molte aromatiche prediligono o comunque stanno bene anche in posizioni di mezz’ombra come basilico , prezzemolo , melissa , acetosa ,dragoncello , alloro,menta, origano,erba cipollina e crefoglio,solo per fare alcuni esempi, certo magari il loro gusto sarà meno intenso di quelle poste in zone più soleggiate, ma non per questo meno buone,
poi, va a gusto.
Le erbe aromatiche, non tutte ma almeno quelle che ho appena elencato , sono perenni
a vita breve, quindi vanno sostituite spesso, ogni tre o quattro anni, o comunque appena danno segni di lignificare troppo o di vegetare poco, quando assegnerete a queste il loro posto sul balcone considerate che quella sarà la loro dimora per diversi anni , anche durante l’inverno , dovrà essere quindi un posto riparato o facilmente proteggibile dal gelo invernale .
Questi ortaggi e aromi, per chi si apprestasse a coltivarli in balconi soleggiati, potranno essere sistemati in consociazione con altre piante di dimensioni maggiori che non hanno i medesimi bisogni di ombraggiamento, ad esempio , pomodori e melanzane le quali invece richiedono irradiamento solare diretto
Un esempio pratico di buona consociazione può essere di porre a dimora nel medesimo vaso :
pomodori +  insalata
pomodoro + basilico
oppure
peperoni +  insalata + piselli
o ancora
fagioli + insalata + melanzana
piselli + spinaci + peperone
pomodori con sedano , spinaci e insalate tipo , se si dispone di un bel vascone lungo si possono mettere diverse piante di pomodoro inframezzate una all’altra da sedano, spinaci e insalate varie .
Attenzione agli accostamenti “non buoni”  , ad esempio
NO  alla consociazione di fagioli e piselli ,fagioli e peperoni , pomodoro e piselli  anche se, quando si parla di consociazioni ci sarebbe da aprire un capitolo a parte, ad esempio alcuni sostengono che pomodori e sedano vicini non vadano bene, o ancora melanzana e fagioli, io ad esempio invece sostengo il contrario, sì a pomodori e sedano in accoppiata e sì a melanzana con faglioli, in ogni caso,  rimando alla tabella liberamente scaricabile alla sezione  DOWNLOAD relativa alle consociazioni .
Una chicca a caso che ho riletto proprio ieri ma era già capitato di leggerlo anche in passato su altri libri , ossia, “non consociare mai il cerfoglio con i  ravanelli in quanto il cerfoglio dona ai ravanelli un gusto un po’ piccantino”, per tutti quelli come me, che amano i ravanelli piccantini, al via con la consocaizione di ravanelli e cerfoglio, ma io dico, perchè non scrivere “se vi piacciono i ravanelli un po’ piccantini consociateli con il cerfoglio” invece di dare per scontato che a tutti faccia schifo….mah!!
Torniamo a noi, non dimentichiamoci inoltre che di coltivazione su balcone  si tratta, e quindi, anche l’occhio vuole la sua parte, allora, sappiate che  anche molti fiori coltivati come ornamentali possono essere utilizzati per abbellire i nostri vasi di orticole, inoltre, alcune essenze come ad esempio il nasturzio,il tagete  e la calendula tornano utili anche per la lotta biologica agli insetti nocivi .


In ogni caso, non mettete i fiori a caso, considerate le esigenze di entrambe le piante, tenete conto delle esigenze di irrigazione, se una richiede tanta acqua e l’altra alloggiata nel medesimo vaso ne richiede poca va da sé che la combinazione non può funzionare giusto?
Giusto!
Anche la grandezza delle piante  una volta raggiunta la piena maturazione và considerata, inutile farle soffrire per mancanza di spazio o di sole!
Altri fiori ottimi per abbellire i vasi di ortaggi sono anemoni, astri , begonie, bocche di leone, crochi,gaillardie,geranei,iris,narcisi,piselli odorosi,primule,tulipani e zinnie, oltre naturalmente come già detto calendule tagete e tropoeli che non devono mancare considerate poi che alcune orticole fruttificano grazie all’impollinazione da parte degli insetti fra cui api, vespe e farfalle, ecco allora, un motivo in più per posizionarle fra i nostri ortaggi, utili così da richiamo naturale.
Il vantaggio del porre a dimora dei fiori nei vasi   è data non solo da esigenze estetiche, ma anche dal fatto che la pianta coltivata così tenderà ad espandersi e a coprirne poi i bordi, ottenendo un effetto decombente-assurgente molto elegante, e poi, il riempire completamente il vaso non darà spazio alla crescita di erbe non gradite e la composizione del terriccio non consentirà pericolosissimi ristagni d’acqua .
Per concludere questo articolo, punto un’attimo l’attenzione ancora una volta sui fiori, ma questa volta in generale.
I fiori, alcuni fiori, possono essere utilizzati per condire o abbellire pietanze di vario genere, ad esempio, i fiori della borragine  hanno un gusto simile al cetriolo e sono buoni in insalata, o ancora la viola odorata, i fiori si possono candire o usare in insalata, della calendula possiamo utilizzare i soli petali in insalata o nei risotti, e ancora i capolini appena fioriti del tarassaco sono buoni nella frittata, i fiori di isoppo hanno gusto piccante e sono ottimi per insaporire grigliate e insalate,i fiori del fagiolo possono essere messi nelle insalate , ma non esagerate nella raccolta dei capolini se volete deliziarvi poi anche dei suoi frutti .
Inoltre , chi non ha mai assaggiato i fiori di zucca fritti? Buonissimi giusto? Bene sappiate che i fiori di tutte le cucurbitacee sono utilizzabili nel medesimo modo, quindi zucchina , melone, cetriolo, tutti ottimi fiori da far fritti, per idee in merito leggete Oggi mangiamo… un piatto di fiori.

 

One Response to "L’Orto sul balcone"

  1. elisabetta p. ha detto:

    Bello questo articolo ho scaricato la tebella che segnali,ormai è un pò tardi e ho poco tempo ma l’anno prossimo ci provo!Ciao

Lascia un commento