Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Animali, Giardinauta! Tutti gli Articoli » L’Importanza di stare assieme

L’Importanza di stare assieme

Articolo scritto da

Il cane in vacanza non dovrà mai sentirsi escluso: dovrà fare parte sempre delle vostre escursioni e delle vostre gite.
Attraverso la vita di gruppo rinsalderete il magico rapporto che si crea con l’animale come già dicevamo in relax condiviso.
Questo avrà un benefico effetto anche a casa, poiché quando il cane sente di avere un saldo rapporto col suo amico umano, è più disposto ad obbedire, a tornare se chiamato, a sedersi o a stare accucciato in attesa.
La vacanza deve essere tale per voi ma anche per il cane.
Girare sempre per lo stesso posto, la stessa città, stressa anche il cane, non solo noi!
Se lo portiamo in spiaggia:
prima di tutto attenzione al caldo. I cani sudano solo attraverso l’apparato orale e le zampe.
Quindi permettetegli di scavare una buca sotto l’ombrellone e di sdraiarvisi.
Ogni tanto inzuppate il suo asciugamano e bagnategli il dorso e le orecchie.
Tenete un secchio d’acqua potabile solo per lui dove bagnargli le zampette, e una bottiglia d’acqua appena fresca in un thermos per farlo bere.
Evitate che beva acqua salata: non è molto pericolosa, appena un po’ per la digestione, ma anche con una spiaggia bandiera blu non ci si può fidare di sostanze chimiche o batteri che possano essere disciolti in acqua.
I cani come il Labrador gradiranno particolarmente mete marittime essendo stati selezionati proprio per essere animali da riporto in acqua.
In caso di punture da meduse o da ricci di mare, portatevi una pinzetta e del cortisone in pastiglie e in crema.
Se lo portiamo in montagna:
in montagna le temperature sono fresche, ma il sole a picco di mezzogiorno non fa bene all’animale.
Sconsigliate passeggiate in orari in cui il sole sia molto forte.
In montagna è essenziale mantenere il contatto visivo col proprio cane.
Consigliati in questo caso i guinzagli allungabili, che gli consentono di soffermarsi, annusare, scavare, tornare indietro, allontanarsi, ma sempre sotto il vostro controllo.
Se non siete esperti della zona, non si sa mai cosa si potrebbe nascondere dietro una collina: un dirupo, o una strada.
Il cane potrebbe essere anche assalito da animali di grossa taglia come cinghiali. Indispensabile è un siero antivipera. Le vipere non sono serpenti realmente mortali per un adulto in buona salute.
C’è tutto il tempo di arrivare ad un ospedale.
Ma per cani e bambini il discorso è diverso.
Munitevi di sacchetto termico dove tenerlo, e praticate immediatamente l’iniezione nella coscia dell’animale, anche senza inserire tutto l’ago. Dopodiché portatelo in braccio all’auto (cosa che può essere realmente difficoltosa) e correte verso un veterinario.
In entrambi i casi, per mantenere fresco il cane, avvolgete un fazzoletto bagnato attorno al collo.
In commercio esistono anche delle tute rinfrescanti, ma si tratta di prodotti molto specializzati, per cani che devono stare a lungo in ambienti caldi e secchi, e per di più abbastanza costose.
Se ne avete la possibilità, averne una per ogni evenienza non sarà certo male.

Immagine da : prontofido.net

 

Lascia un commento