Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Serricoltura - Coltivare al Chiuso » La Serra Calda

La Serra Calda

Articolo scritto da

Un aumento della temperatura della serra fino ad ottenere una serra calda in teoria amplia notevolmente la gamma di piante coltivabili.
Tuttavia , non vanno sottovalutate almeno un  “contro” alla conduzione di una serra calda , e cioe’ , i costi per il riscaldamento che sara ‘ elevato !
In compeso pero’ l’aspetto di una serra calda ben fornita e’ di notevole impatto , molte piante vengono coltivate per la bellezza del fogliame,come ad esempio le felci e le orchidee,.
La preferenza sul tipo di serra da adottare e’ una questione di gusti in fatto di piante da coltivare,ma la differenza tra una serra calda ,che riproduce un clima diverso,e una serra temperata,che mitiga il calore locale ,va presa in considerazione.
Se la serra verra’ usata principalmente per piante da raccolro,orticole in generale,e solo poche piante sub-tropicali sara’ sufficiente una serra temperata con un grande propagatore riscaldato come una serra calda per le piante da fogliame.
Allo stesso modo ,se si devono far germinare molti semi all’inizio della primavera ,sara’ piu’ economico propendere per una cassetta o un bancale con riscaldamento del substrato.
Si puo’ anche attrezzare una serra di dimensioni medie con un divisorio al fine di ricreare due ambienti ben distinti,in uno si ricreera’ il clima di una serra calda,nell’altra parte il clima di una serra temperata,questo,potra’ tornare utile anche per l’acclimatamento delle piante nate da seme o talea.
Per la conduzione ordinaria di una serra calda in compenso ci saranno meno problemi relativi all’arieggiamenti rispetto alla serra temperata.
Non e’ necessario aprire gli sportelli di ventilazione finche’ la temperatura esterna non avra’ raggiunto i 21/24 gradi.
Tuttavia rimane il punto ombreggiamento che e’ essenziale sopratutto perche’ molte piante provengono da ambienti forestali dove l’ombra e’ fitta e l’intensita’ della luce bassa.

GENNAIO Limitare le innaffiature alle piante in fiore o in fase di crescita attiva.
Tenere il livello di umidita’ basso e arieggiare solo verso mezzogiorno ,mantenere l’aria in movimento.

FEBBRAIO Annaffiare piu’ liberamente e arieggiare quando e’ soleggiato .
Continuare con le precauzioni contro il freddo,con la coibentazione e l’ermeticita’ contro le correnti d’aria.

MARZO Ventilare liberamente nei giorni caldi e mantenere l’aria umida.
Ombreggiare dal sole intenso le piante sensibili.
Umidificare nebulizzando e bagnando il pavimento .

APRILE Ventilare per gran parte della giornata ma fare attenzione alle gelate notturne che possono essere ancora intense.
Annaffiare liberamente,umidificare bagnando il pavimento e ombreggiare quando e’ necessario.

MAGGIO Intensificare le annaffiature ,le bagnature del pavimento e l’ombreggiamento mano a mano che le temperature aumentano.

GIUGNO Spegnere e revisionare l’impianto di riscaldamento .
In caso di tempo insolitamente freddo usare un termoventilatore  o una stufa a paraffina.
Arieggiare liberamente e ombreggiare la serra .

LUGLIO Arieggiare giorno e notte secondo la temperatura .
Mantenere l’aria umida e annaffiare bene tutte le piante.Ombreggiare secondo le necessita’.
Se necessario,questo e’ il momento giusto per ridipiangere l’interno della serra ,scegliendo per il lavoro un giorno di tempo stabilee spostando le piantine all’aperto o in un lettorino.

AGOSTO Preparare l’impianto di riscaldamento in previsione dell’autunno.

SETTEMBRE  Togliere le schermature permanenti e avviare il riscaldamento principale regolando il termostato in modo da mantenere la temperatura notturna minima necessaria.
Continuare ad annaffiare e a bagnare il pavimento liberamente e e arieggiare quando necessario .
La temperatura puo’ variare da molto calda a molto fredda pertanto , controllare attentamente l’arieggiamento.

OTTOBRE Ridurre le annaffiature e il livello di umidita’.
Continuare ad arieggiare e se necessario riscaldare .
Fare in modo che l’aria non rimanga immobile a causa di un arieggiamento non adeguato perche’ potrebbero verificarsi ammuffimenti.
Lavare i vetri sia all’interno che all’esterno per garantire la massima luminosita’ in inverno.

NOVEMBRE Ridurre al minimo l’arieggiamento aprendo la serra solo a meta’ giornata .
Annaffiare moderatamente e ridurre il livello di umidita’.
Mantenere la temperatura al di sopra del minimo ma non troppo calda.

DICEMBRE  Mantenere la temperatura al minimo ,arieggiare ed annaffiare moderatamente.
Annaffiare solo le piante in fiore.
Eliminare le correnti d’aria e coibentare dove e’ possibile.


Lascia un commento