Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Coltivare & Curare le Piante, Giardinauta! Tutti gli Articoli » La Pianta del Mese di Febbraio

La Pianta del Mese di Febbraio

Articolo scritto da

L’Ortensia (Hydrangea)


ortensiaPianta che appartiene ad una famiglia di 80 specie  che vanno  dall’arbustivo al rampicante sempreverdi e non.
Il colore dei fiori,splendidi,può variare  dal bianco, al rosa, al blu.
Il colore dipende dagli elementi che compongono il terreno,
tuttavia spesso il colore blu è il colore base di alcune varietà,
come la Hydrangea macrophylla “Coerulea”
o le Ortensie a  fiore bianco, come la 

Hydrangea 
 japonica e l’acuminata.

Coltivazione

La coltivazione dell’ortensia  in piena terra richiede clima fresco durante l’estate,e terreno di brughiera con aggiunta di terriccio di foglie e sabbia,neutro o acido.
L’acidità del terreno influenza il colore dei fiori:

il blu indica un terreno più acido pH < 6 .

L’ortensia può essere coltivata in vaso, forzandola in serra per la fioritura primaverile.
L’esposizione da preferire è a mezz’ombra con irrigazioni generose

e frequenti concimazioni liquide nella stagione calda.
Il colletto della pianta deve rimanere a filo del terreno che va compresso bene per evitare sacche di aria.

Tecniche
di Moltiplicazione

In Febbraio,nei giorni di luna calante,occorre provvedere alla potatura dell’ortensia.
La potatura viene effettuata prima della ripresa vegetativa

accorciando drasticamente i rami vecchi e lasciando solo due gemme per ramo.
L’operazione consentirà di avere la fioritura primaverile

che si ha solo sui rami dell’anno precedente.
I tagli non devono essere drastici,i rami vanno accorciati

fino a 15 cm lasciando 2 o 3 coppie di gemme.
La moltiplicazione avviene per talea erbacea o legnosa nel periodo di ottobre.

Parassiti e
Malattie

Fra le malattie che possono colpire le ortensie si riscontrano maggiormente:
Afidi della specie Rhopalosiphum dianthi deturpano i giovani getti .
Adulti di Lecanio Eulecanium persicae infestano le parti in ombra della chioma.
Deformazione e ulcerazioni di colore beige sul fusto per anguillulosi causate da Ditylenchus dipsaci
Macchie bruno-grigiastre su foglie e rami per fillostictosi causata da Phillosticta hydrangeae
Erosione del lembo fogliare per attacchi di Stasiodis parvulus
Macchie bruno-grigie sulle foglie e grigio-verdastre sui rami dovute a Ascochyta hydrangeae
Muffa grigia da Botrytis cinerea Oidio sulle foglie e sui fiori per Microsphaera polonica
Mosaico con arricciamento degli apici, sviluppo stentato e fioritura compromessa per attacchi di virus.

Uso nella
coltivazione bio e/o vegan

Uso in cucina e
medicina

Curiosità

Deve il suo nome volgare al naturalista Philibert Commerson 

che la introdusse dalle ombrose foreste dellaCina in Europa nel XVIII secolo,il quale innamoratosi,

di Hortense Lapaute, moglie dell’astronomo Jérôme Lalande e da lei ricambiato,

volle eternare la loro storia d’amore battezzando la pianta con il nome dell’amata.

Fonti : Wikipedia.it  Immagine da : lemiepiante.it

Lascia un commento