Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Coltivare & Curare le Piante, Coltivazione Biodinamica, Coltivazione Biologica, Coltivazione Vegan, Giardinauta! Tutti gli Articoli » La Concimazione Verde – Il Sovescio –

La Concimazione Verde – Il Sovescio –

Articolo scritto da

La concimazione verde per il sovescio e’ una pratica conosciuta fin da tempi remoti .Basti pensare che gia’ alla fine della seconda guerra mondiale  la concimazione verde per il sovescio era conosciuta e praticata tra gli agricoltori , infatti , non era poi così difficile vedere coltivazioni di cereali associati a trifoglio pratense , trifoglio pratense peraltro utile come foraggio per i bovini , o ancora cereali associati a  trifoglio incarnato utile invece come foraggio per i cavalli , ma non solo , in base a degli studi pare risalga addirittura a 1800 anni circa prima della nostra era .
Oggi non e’ piu’ così in “voga” produrre da soli i fertilizzanti verdi per il sovescio .
Eppure , le piante da sovescio arricchiscono e migliorano il terreno , apportando materiale organico in gran quantita’ .
Trifoglio , erba medica , fava e pisello e altre leguminose , fissano nel terreno l’azoto che prendono dall’aria , e non si limitano a questo , garantiscono anche una buona copertura del terreno , riducendo così sbalzi di temperatura a livello del suolo , attenuano i raggi solari in estate e proteggono dal gelo in inverno.
Le erbe da sovescio sono davvero utili , stimolano la vita microbica nel terreno nutrendolo , inoltre ,
grazie alle loro radici profonde  ne migliorano la struttura  , catturano i fertilizzanti , creando così una sorta di riserva stabile e continua di nutrimenti che sarebbero diversamente lavati via dalle piogge inoltre , favoriscono l’umidificazione dei materiali
legnosi utile quando si apporta il compost .
Le erbe da sovescio si dividono in famiglie che sono :
Fabacee o Papilionacee – Meliloto Bianco ,Lupino Giallo e bianco ,Favino , Ginaestrino , Melilotus altissima , Fieno greco ,Serradella , Trifoglio nano , Trifoglio Pratense , Trifoglio incarnato ,Trifolgio Alessandrino , Medica Lupolina,Lupinella,Erba medica…
Poligonacee -Grano Saraceno-
Poacee – Miglio-
Idrofillacee -Facelia-
Brassicacee -Rapa , Senape bianco e Colza-
Prima di essere interrate le erbe da sovescio devono pero’ appassire per almeno una settimana e non devono essere interrate in profondita’ maggiori di 10 cm.
Alternare le coltivazioni di erbe da sovescio di anno in anno risulta un’ottima pratica offrendo così  al terreno grandi benefici , inoltre , evitare di coltivare piante da sovescio della stessa famiglia per due volte di seguito sarebbe consigliabile .
SOLO ALCUNE FRA LE ERBE DA SOVESCIO
TEMPI DI SEMINA E SOVESCIO
Trifolium Incarnatum  -Trifolgio Incarnato –
Seminare in Agosto / Settembre e sovesciare alla comparsa delle gemme fiorali , e’ una pianta molto resistente al gelo .
Melilotus Altissima
Seminare in Maggio / Luglio e sovesciare appena compaiono le gemme fiorali , sopporta bene i  climi secchi .
Medicago Lupulina  -Medica Lupolina –
Si semina da Marzo a Luglio e si sovcia in autunno in quanto teme il freddo in terreni calcarei e freschi .
Trifolium Alexandrinum  -Trifoglio Alessandrino –
Fra Aprile e Luglio e si sovescia prima delle gelate invernali quando iniziano a comparire le gemme fiorali in terreni siliceo-argillosi.
Trifolium Repens  – Trifoglio nano –
Seminare da Marzo a Settembre , si sovescia in primavera la semina autunnale precedente
mentre in autunno la semina della primavera precedente.Predilige terreni freschi , non calcarei e teme la siccita’ .
Ornithopus Sativum  – Serradella –
Seminare in primavera in terreni acidi , sovesciare prima delle gelate invernali .
Trigonella Foenum Graecum – Fieno Greco –
Seminare da Maggio a Luglio e sovesciare prima della fioritura .
Fagopyrum Esculentum – Grano Saraceno –
Seminare da Marzo  a Luglio in terreni acidi e poveri e sovesciare quattro mesi dopo .
Panicum Miliaceum – Miglio –
Seminare in Maggio in file che si distanziano di circa 40 cm una dall’altra e sovesciare dopo quattro mesi di vegetazione .
Phacelia Tanacetifolia – Facelia –
Pianta mellifera da seminare fra Aprile e Agosto e sovesciare quattro mesi dopo la semina in estate se si e’ seminata ad Aprile mentre si sovescia in autunno se si e’ seminata in Agosto .
Questa pianta risulta ottima contro i parassiti.
Lupinus Albus  – Lupino Bianco –
Ama terreni organici e freschi , seminare da Marzo a Luglio e sovesciare dopo tre mesi di vegetazione.
Lupinus Luteus – Lupino giallo –
Seminare in terreni leggeri e acidi da Marzo fino a Luglio e sovesciare tre mesi dopo la vegetazione .
Onobrychis Viciifolia – Lupinella –
Si semina in Marzo /Aprile in terreni secchi , calcarei e caldi , si sovescia prima della fioritura .
Trifolium Pratense  – Trifoglio Pratense –
Si semina in Marzo preferibilmente in terreni acidi , si sovescia in autunno oppure in primavera alla comparsa delle gemme fiorali
Medicago Sativa – Erba Medica –
In terreni silicei-argillosi o calcarei-argillosi seminare da Aprile ad Agosto , si sovescia prima della fioritura o dell’autunno due anni dopo la semina .
Sinapis Alba  -Senape bianca –
Si semina da Aprile fino ad Ottobre e si sovescia prima delle gelate oppure prima della fioritura .
Brassica Napus – Colza –
Seminare da Marzo fino a Settembre e si sovescia prima dell’inverno oppure subito dopo la fioritura .
Vicia Faba Minor – Favino –
Seminare da Febbraio a Marzo e sovesciare prima della fioritura .
Lotus Corniculatos – Ginestrino –
Seminare in Marzo e sovesciare in autunno oppure al’inizio della primavera.
Melilotus Albus – Meliloto bianco –
Possibilmente in terreni aridi si presta bene questa erba da sovescio , seminarla in Giugno  e sovesciare in autunno . E’ possibile data che tende a ricrescee lasciarla sul campo anche per un paio di anni .

One Response to "La Concimazione Verde – Il Sovescio –"

  1. PadovaDonne ha detto:

    Lumache questi simpatici (?) animaletti infestano le nostre piante e mangiano foglie o addirittura ortaggi. Dovete sapere che si spostano facilmente grazie all’umidità e all’erba prevalentemente di sera, quindi per disturbare il loro cammino si deve fare pulizia attorno alla pianta in questione, possibilmente lasciando terra che d’estate è molto secca e quindi non permette loro di muoversi. In alternativa, un metodo degno di un killer è mettere un contenitore a livello del terreno riempito con qualche centimetro di birra: le lumache ne sono ghiotte, come di tutti gli alimenti fermentati, quindi finiranno nella birra ahimè annegando.Rosa se viene attaccata da una malattia fungina si può usare il solfato di rame.Propoli è quella usata anche per uso umano (quando abbiamo il mal di gola ad esempio), quindi è costosa, ma ha il vantaggio che ne basta molto poca (1,5 cc in 1 litro d’acqua). Il suo uso stimola il sistema immunitario e migliora l’impollinazione, ovviamente non va spruzzato direttamente sui fiori.Olio di neem oltre ad essere un aiuto per il sistema immunitario della piante, è un ottimo repellente per insetti, a largo spettro. Può essere usato in via preventiva sulle radici (in questo modo la pianta se ne nutre) oppure spruzzato. Anche in questo caso la dose è minima: 3 cc per litro d’acqua. Si può acquistare in alcune erboristerie.Vermi/larve e qui la domanda l’ho fatta io perchè anche quest’anno dei piccoli vermicelli verdini mangiano, quindi poi crescono diventando cicciotti, le foglie delle mie piante di lampone. Per tutte le larve e i vermetti funziona il Bacillus thuringiensis che per loro è indigesto. La soluzione con 1 litro di acqua e 2 cc di aceto, va usata la sera. L’aceto, dice Benetazzo, serve a rendere innocuo il calcare presente nella nostra acqua che renderebbe inutile la soluzione. In questo sito, oltre a consigliare quale varietà di Bacillus usare, si dice di aggiungere lo zucchero per aumentarne l’efficacia.In alternativa si può usare il Piretro naturale, ma se possibile meglio evitarlo perchè uccide tutto, buoni e cattivi.Cocciniglia non sapevo che fosse quella che si attacca alla mia camelia! L’ho riconosciuta ora che sono andata a vedere la foto, vedo anche che ce ne sono di diverse specie. Ecco, una signora diceva che lei usa acqua e sapone e il docente conferma che è un’ottima soluzione. Avevo già sentito anche di eliminare questi parassiti con un cottonfioc imbevuto di alcol col quale poi strofinare quel punto della pianta per disinfettarlo.Lombrico domenica scorsa ho rinvasato alcune piante e c’erano dei lombrichi in mezzo alla terra che, vi dirò, mi fanno un po’ schifetto. Ho scoperto oggi che il lombrico è il miglior alleato dell’agricoltore perchè lavora la terra, crea delle gallerie ecc. Se c’è il lombrico vuol dire che la terra è buona.Terra se abbiamo piante da frutto o ortaggi meglio usare la terra biologica o consentita in agricoltura biologica che è nettamente migliore di quella normalmente venduta per le piante verdi o da fiore, quest’ultima infatti contiene solitamente sostanze che non fanno bene ai prodotti che poi vogliamo mangiare. La si trova in sacchi in alcuni negozi, quindi è comunque comoda.Acqua è preferibile usare l’acqua piovana, che è anche distillata, per innaffiare le nostre piante. L’acqua del rubinetto è troppo calcarea che rende difficoltoso alla pianta l’assorbimento dei sali. In effetti uso l’acqua di risulta del mio deumidificatore per innaffiare le piante o per stirare perchè è distillata. E ovviamente quando piove, visto che ho la possibilità, raccolgo l’acqua piovana per servirmene all’occorrenza o innaffiare quelle piante che sono al coperto e quindi non ne godono direttamente quando piove. Non tutti però hanno la fortuna di avere delle grondaie aperte o altre sistemi che permettono di non sprecare quest’acqua. Benetazzo diceva, per chi può, di non prendere la prima acqua perchè solitamente è più sporca in quanto passa per prima nelle condutture e raccoglie lo sporco che si è depositato.Sovescio non avevo mai sentito questo termine in vita mia, ma pare che sia molto importante per il terreno, quindi in questo caso non parliamo delle nostre piante in vaso, ma magari dell’orto. Tra le piante che vengono usate per il sovescio c’è anche la senape, ma altre se ne trovano qui :padovadonne.it

Lascia un commento