Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Giardinauta! Tutti gli Articoli, Stile di Vita - Life Style » Il boom dei copertoni ricostruiti

Il boom dei copertoni ricostruiti

Articolo scritto da

 Riciclo e riuso delle gomme da auto come altalene o come attracco della barca? No!!! Qualcosa di meglio si affaccia anche nel nostro bel paese: come per i pc che vengono rigenerati per vivere una nuova vita arrivano gli Pneumatici  ricostruiti e il titolo del post non vuole essere un gioco di parole o semplice umorismo!

Complice la crisi, l’aumento del favore verso gli pneumatici ricostruiti è aumentato quasi del 5% dal 2006 ad oggi.

La sicurezza in strada è fondamentale, e lo pneumatico ricostruito non è certo meno sicuro di quello nuovo, poiché, attraverso un procedimento specifico di altissimo standard tecnico, certificato dalle normative europee, viene interamente sostituito il battistrada con le dimensioni e le incisioni dell’originale. Il risparmio energetico è notevole poiché per uno pneumatico nuovo occorrono 25 litri di petrolio, mentre per uno ricostruito appena 5,5.

L’affidabilità e la durata sono del tutto paragonabili ad uno pneumatico nuovo.

Senza contare che gli pneumatici usati devono essere smaltiti dai gommisti in maniera appropriata, e che questo –purtroppo- non sempre avviene.

I copertoni infatti sono il materiale che più spesso viene ammucchiato in discariche abusive e poi dato al rogo, con la liberazione di diossina, un gas notoriamente cancerogeno.

Scegliendo degli pneumatici ricostruiti avremo quindi un doppio beneficio: risparmio sul petrolio utilizzato e sull’immissione di CO2 nell’aria, meno ingombro in discarica.

Inoltre il portafoglio ne beneficerà moltissimo, poiché la differenza di prezzo tra uno pneumatico nuovo ed uno ricostruito va dal 25 a 50% in meno.

Per soddisfare la domanda in costante aumento è addirittura nato un sito dedicato: http://www.gogreen.virgilio.it

Lascia un commento