Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Giardinauta! Tutti gli Articoli, Mostre Fiere Manifestazioni » Frutti Antichi 2013 – XVIII edizione

Frutti Antichi 2013 – XVIII edizione

Articolo scritto da

frutti antichi
Torna sabato 5 e domenica 6 ottobre 2013 dalle 9 alle 18.30 la grande kermesse nazionale “Frutti Antichi”, diciottesima edizione della rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati, tradizionale appuntamento di spicco al Castello di Paderna (Pontenure, Pc) inserito nel Circuito dei 22 Castelli del Ducato di Parma e Piacenza.
Come chi coltiva sapientemente la terra, così gli organizzatori dell’evento, il Castello di Paderna ed il Comitato FAI di Piacenza, con il patrocinio di Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, tessono per tutto l’anno un carnet che condividono poi con il numeroso pubblico di appassionati, ogni primo fine settimana di ottobre.
Vivaisti, agricoltori, artigiani che giungono alla Corte di Paderna e mettono in mostra i loro saperi, i prodotti della terra e delle loro mani,immersi
 in una colorata fioritura di rose, ortensie, dalie, orchidee del parco trasformando i suoi cortili in raffinate esposizioni di artigianato artistico, l’aia agricola in un grande mercato.

Nuovi temi quest’anno verranno proposti a “Frutti antichi” dal FAI e dal Castello di Paderna, fra i primi in Italia a parlare di salvaguardia della biodiversità vegetale: fauna minore, pipistrelli, invertebrati, rettili, spesso vittime di disattenzione e immotivati timori e a rischio estinzione.
Convinti che “non si può amare e rispettare ciò che non si conosce” hanno deciso di contribuire alla conoscenza delle specie oggetto di tutela appartenenti alla flora e fauna minore presenti sul territorio.
In collaborazione con Assessorato Agricoltura, Consorzio Fitosanitario Regionale, Museo di Storia Naturale di Piacenza, verrà allestito un ampio punto informativo con operatori a disposizione per conversazioni, consigli e distribuzione di materiale.
Non mancheranno i momenti di studio e di riflessione grazie al contributo della “Lombardy seed bank” dell’Università di Pavia, dell’Associazione Agricoltori e Allevatori Custodi e di numerose altre istituzioni che si occupano della salvaguardia della biodiversità.
Sarà inoltre esposta un’interessante selezione di patate dal mondo a cura del Consorzio della Quarantina, con oltre 300 varietà rare e curiose, mentre presso lo stand dei Fratelli Gramaglia verrà realizzato un percorso relativo alle piante tessili e tintorie.
Altra novità di quest’anno una mostra di fagioli biodiversi a cura di Civiltà contadina – Associazione per la salvaguardia della biodiversità rurale.
Lo spazio mostre sarà invece dedicato alle immagini che Dorothea Lange e altri fotografi raccolgono negli anni Trenta del secolo scorso per documentare le condizioni di vita e di lavoro dei coloni americani.
La mostra intitolata “ CONTADINI SULLA STRADA – Gli effetti della Grande Depressione sull’agricoltura familiare americana” è presentata a cura dell’Associazione Consorzio della Quarantina di Genova.
Verrà inoltre presentata la guida “I frutteti della biodiversità in Emilia Romagna” realizzata a cura di Sergio Guidi (presidente dell’Associazione Patriarchi della natura) in collaborazione con ARPA Emilia Romagna.
INGRESSO: 7 euro. Gratuito per bambini fino a 12 anni e per chi si iscrive al FAI in occasione della manifestazione.
I contributi raccolti in occasione della manifestazione saranno destinati dal FAI al restauro di Palazzo e Torre Campatelli, San Gimignano.


Lascia un commento