Giardinauta!! Coltivando il tuo pollice verde…. » Animali, Giardinauta! Tutti gli Articoli, L'Esperto Risponde » Con passi da cucciolo

Con passi da cucciolo

Articolo scritto da

Spesso arrivano richieste sul metodo da adottare per insegnare al proprio cane l’uso del guinzaglio piuttosto che della museruola.
Una frase tipo è:”Automobile,bagnetto,guinzaglio e museruola,tutto,con il mio cane si trasforma in un dramma cosa posso fare??”
RISPOSTA:
Anche per i cani adulti vivere per la prima volta una nuova esperienza può essere un trauma, a volte anche importante.
Perciò è valida anche per i cani la regola dei “passi di bimbo”, o meglio sarebbe dire “passi da cucciolo”.
Se ad esempio volete insegnargli a salire in auto, fate in modo che per le prime due o tre volte si avvicini alla macchina e la esplori, senza farvelo salire, magari mettendo una ciotola dei suoi croccantini preferiti sul pavimento sotto al sedile del passeggero.
In seguito fatelo docilmente salire, per brevi tratti, e fatelo scendere numerose volte per camminare.
Vedrete che dopo un po’ balzerà dentro subito dopo che avrete aperto lo sportello.
Stesso vale per la museruola, e per i cani molto piccoli, per il guinzaglio.
Lasciate che la prendano e ci giochino un po’, e ricompensateli sempre con dei croccantini.
Per il bagno è un po’ più complicato per le diverse modalità con qui viene fatto: se da un toelettatore o un veterinario, se nel bagno di casa o nel giardino.
Nel primo caso il cane assocerà necessariamente il luogo ad una esperienza sgradevole e neanche le ricompense più golose potranno indurlo a non essere recalcitrante.
bagnetto al caneLa miglior cosa è portarlo fuori non appena finita l’operazione di toelettatura per una lunga passeggiata extra.
Se lavate i vostri cani da voi, in giardino, assicuratevi che l’acqua sia calda ma non bollente, e che l’attacco del tubo al rubinetto sia solido.
Munitevi di quanto occorre per non dover rientrare in casa bagnati e sporchi, e collegate il phon di casa ad una prolunga con guaina impermeabile per esterno.
Se i vostri cani non amano il phon, legateli in un posto ben illuminato e caldo, dove però non possano ruzzolare nella terra, sporcandosi irrimediabilmente.
Va da sé che questa operazione può essere fatta solo in estate.


Se invece usate il bagno di casa, abituateli sin da giovanissimi (e questo vale anche per i gatti), portandoli nella vasca senza tante moine, e cercando di eseguire il bagno più rapidamente possibile ma sempre passando lo shampoo almeno due volte.
Usate sempre prodotti specifici, mai gli shampoo per “umani”.
In vendita esistono dei panni specifici per animali che raccolgono molto bene l’acqua.
Una volta zuppi, si strizzano e si riutilizzano.
Usate però anche un vecchio telo spugna da mare con cui rafforzare l’asciugatura, e in inverno, il phon, almeno per quanto sia possibile senza traumatizzare l’animale in commercio ne esistono oggi  molto silenziosi.

Immagine in evidenza da : all4animals.it

Lascia un commento